Villa Sesso Schiavo

A pochi passi dal centro di Sandrigo, tra le suggestioni delle architetture vicentine, un lungo muro di ciottoli custodisce sin dal 1570 una antica storia di luoghi, personaggi, cultura e tradizioni.
Villa Sesso Schiavo è uno splendido esempio di villa palladiana incompiuta, riccamente affrescata da Giovanni Antonio Fasolo e dalla sua bottega, tuttora abitata dagli eredi degli Schiavo.
Che oggi la aprono ai visitatori nel segno dell’ospitalità e della cultura.

Vivere in villa Sesso Schiavo

Vivere in villa Sesso Schiavo

Villa Sesso Schiavo si offre come un piccolo borgo raccolto all'interno di vecchie mura.


Nel periodo estivo, quando riapre la casa padronale, è possibile soggiornare nelle antiche stanze condividendo con i proprietari la vita in villa. L'ALCOVA, la stanza più importante della casa che affaccia direttamente sulla loggia palladiana, e LA STANZA DELLA ZIA LENA conservano tutte le tracce del loro nobile passato.   La colazione viene servita nella vecchia cucina ed è possibile rilassarsi nella stanza della musica o trascorrere qualche ora nelle fresche stanze affrescate della loggia.


Chi volesse spazi più privati, può scegliere le residenze turistiche ricavate nella vecchia casa colonica e nell'annesso alla torre colombara (ora ribassata) chiamate rispettivamente LA RUSTICA e L'ESSENZA. Queste abitazioni sono fruibili tutto l'anno.